Schoolkit3: "Come rendere la letteratura un volano educativo: la scuola in biblioteca"

Il terzo Schoolkit è a cura di Cristiana Marcosano Dell'Erba, Laura Capogna, Loredana De Luca e Daniele Mancini dell'Istituto Comprensivo Antonio Rosmini di Roma.

I destinatari: docenti, DS, DSGA, Personale ATA, studenti, genitori, istituti scolastici, biblioteche del territorio, case editrici e librerie. È diretto a tutte le scuole di ogni ordine e grado.

L'obiettivo: realizzazione di un modello di biblioteca come centro di attività, di servizi e di funzioni dove viene data priorità al libero accesso, alla pluralità delle risorse disponibili unitamente alle iniziative che possano permettere uno sviluppo del pensiero critico. Si parla di biblioteca senza teca, di un luogo raccolto e confortevole dove la lettura diventa l'occasione d'incontro, piacere da condividere senza barriere tra alunni, docenti e genitori per creare delle nuove modalità d'ascolto e di dialogo.

Per la realizzazione di questo schoolkit sono previsti 4 step:

1)Progettazione: la comunità scolastica viene coinvolta secondo una modalità di progettazione partecipata, definendo una serie di azioni programmatiche:

  • individuazione degli spazi e del loro uso;
  • scelta delle raccolte;
  • aggiornamento della strumentazione digitale e dell'infrastruttura wi-fi;
  • gestione organizzativa interna e rapporti con il territorio;
  • pianificazione degli obiettivi annuali;

2)Sviluppare il legame tra processo educativo e ambiente della BS: all'interno della biblioteca ci dovranno essere diversi spazi di attività dove verranno distinti diversi ambiti funzionali:

  • aree di attività;
  • accoglienza- informazione;
  • biblioteca, videoteca, collezione CD e DVD;
  • aree di studio con possibilità di lavoro individuale e/o in piccoli gruppi;
  • spazio multimediale e accesso Internet;
  • area di proiezione e discussione.

3)Gestione: il team dei docenti pianifica l'accesso e la fruizione ai mercati cartacei e digitali, propone e condivide con il gruppo di lavoro le scelte sulle raccolte e sui materiali, coordina e documenta le attività attraverso il portale della biblioteca;

4)Visibilità e produzione digitale: biblioteca, materiali multimediali e attività devono essere documentati e pubblicati coerentemente. Il portale diventa, in questo modo, un centro di documentazione e produzione digitale e motore della lettura.

 

Il progetto prevede la programmazione di 4 azioni:

  • fase di progettazione con la partecipazione della comunità scolastica;
  • fase di allestimento della biblioteca riservata al team dei docenti;
  • fase di scelta, acquisto libri e catalogazione, riservata al team di docente e alla componente studentesca;
  • fase di promozione e di avvio, riservata al team di docenti e al gruppo di lavoro.

La foto è presa dal sito del MIUR

 

Torna in alto

followgiovaniliguria

Regione Liguria - Piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova - tel. centralino +39 010 54851 - numero verde gratuito Urp 800 445 445 - fax +39 010 5488742 - © Regione Liguria p.i. 00849050109 - redazione@giovaniliguria.it

note legali - credits - contatti - privacy policy - area riservata

Login or Register

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile,questo sito utilizza cookie tecnici e analitici. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la privacy policy. privacy policy.