Schoolkit6: "Come preparare una classe al cooperative learning"

Il sesto Schoolkit è a cura dell'animatrice digitale Daniela di Donato, i destinatari sono i docenti curricolari, docenti specializzati, animatore digitale e team dell'innovazione, questo progetto è aperto dalla classe terza elementare in poi.

Le principali caratteristiche del cooperative learning sono la responsabilità personale, interazione faccia a faccia, leadership distribuit, comportamenti sociali e valutazione del lavoro. Questo progetto è centrato sulle risorse degli alunni. Prima di avviare il progetto bisogna preparare la classe a questo stile di lavoro e predisporre un ambiente adeguato.

La prima sfida è educare comportamenti sociali e le capacità comunicative, che sono alla base del lavoro insieme e che vanno insegnati direttamente e in modo esplicito, dentro le attività curricolari. Il docente deve maturare specifiche competenze e costruire un repertorio di attività, per allenare gli studenti a raggiungere abilità sociali tali, da poter lavorare insieme costruttivamente.

Per procedere a questo progetto sono presenti 9 step:

  • Pianificare attività che facilitino una relazione studente-studente : la classe tradizionale è incentrata sulla relazione studente-docente o studente-compito. Nel cooperative learning si aggiunge e si potenzia la relazione studente-studente. In questa prima fase, il docente pianifica e propone agli studenti brevi attività anche disciplinari, ma con l’obiettivo di allenarli a lavorare l’uno con l’altro.
  • Il docente modifica la sua interazione con gli studenti : il docente ha il ruolo di coach, di guida: monitora il lavoro dei piccoli gruppi o delle coppie, predispone il materiale adatto, fornisce istruzioni e chiarisce l’obiettivo.
  • Spostare i banchi e le sedie : nel cooperative learning sarà importante che gli studenti lavorino stando “faccia a faccia”, vicini abbastanza a non dover alzare troppo la voce e la posizione dei banchi dovrà seguire questo schema. 
  • Valorizzare l’aspetto cooperativo dell’apprendimento : in questa fase iniziale è bene proporre attività, che non puntino sulla competizione perché gli studenti devono imparare a scoprire la cooperazione. 
  • Far lavorare gli studenti a coppie : il primo aggregato di studenti è la coppia. Le coppie devono essere possibilmente casuali e cambiare spesso. 
  • Stabilire un ruolo dentro la coppia o il piccolo gruppo : il docente assegna un ruolo a ciascun componente della coppia o del piccolo gruppo
  • Controllare i rumori in classe:In una classe in cui lavorano piccoli gruppi di studenti, si parla contemporaneamente. 
  • Scegliere le competenze sociali da insegnare : all'inizio il docente osserva i comportamenti della classe e stabilisce quali siano le competenze sociali necessarie da insegnare. 
  • Verificare l’andamento del lavoro in coppia : quando il docente si rende conto che gli studenti lavorano bene in coppia, non si lamentano di cambiare compagno, sono in grado di rispettare i ruoli assegnati e concludere le consegne nel tempo stabilito, spostano banchi e sedie senza fare troppo rumore e senza perdere troppo tempo, relazionano sull’attività svolta e cominciano ad apprezzare il lavoro insieme, allora il docente può valutare se passare a gruppi di tre o quattro studenti.

 

Torna in alto

followgiovaniliguria

Regione Liguria - Piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova - tel. centralino +39 010 54851 - numero verde gratuito Urp 800 445 445 - fax +39 010 5488742 - © Regione Liguria p.i. 00849050109 - redazione@giovaniliguria.it

note legali - credits - contatti - privacy policy - area riservata

Login or Register

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile,questo sito utilizza cookie tecnici e analitici. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la privacy policy. privacy policy.