Scuola digitale tra investimenti, dubbi e speranze l'innovazione del sistema

L'Innovazione digitale deve aiutare la scuola a cogliere il processo di cambiamento, per fare questo occorre una predisposizione culturale che sia in grado di superare l'organizzazione cartacea, tutto deve diventare più smart. Appare evidente che per l'amministrazione scolastica sia necessario un rinnovamento a livello legislativo che consenta a pieno titolo l'innovazione.
Sotto questo punto di vista è interessante l'approccio del Commissario straordinario per l’attuazione dell’Agenda Digitale, Diego Piacentini: "dobbiamo iniziare a scrivere meno leggi e più software", come dire meno burocrazia più concretezza.

La scuola digitale richiede didattiche innovative e aperte e la formazione del personale è una questione fondamentale.
Come osserva l'articolo Scuola, il paradosso di tanta tecnologia che non fa vera innovazione" di Agenda Digitale, "il Piano Nazionale per la Scuola Digitale è nel pieno del secondo anno di esercizio, la formazione del personale procede a tappe forzate (anche se alla fine la percentuale del personale coinvolto risulterà comunque ridotta, come ha recentemente evidenziato la collega Silvia Mazzoni), i progetti PON “infrastrutturali” (LAN/WLAN e Ambienti) sono ormai giunti a conclusione pressoché ovunque. Vi sono però ancora diversi bandi i cui progetti sono ancora in fase di valutazione e certo i tempi lunghi di questi procedimenti, pur essendo certamente giustificati dalla necessità di un esame approfondito dei progetti, non aiutano le scuole a programmare risorse e progettazione."

"Tanto più che, alla luce del recente avviso quadro PON, sono previsti ulteriori dieci avvisi a scadenze ravvicinate. Anche in questo caso, si potrebbero forse ipotizzare modalità organizzative diverse, tenendo conto dei vincoli imposti dalla natura dei finanziamenti comunitari?".  Una riflessione che coglie le difficolta del momento alla luce della realtà attuale.

Nella scuola esiste ancora molta diffidenza e apprensione è inutile nasconderlo, ma la sfida  si può vincerla facendo proprio le istanze culturali del mondo digitale.
 

Torna in alto

followgiovaniliguria

Regione Liguria - Piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova - tel. centralino +39 010 54851 - numero verde gratuito Urp 800 445 445 - fax +39 010 5488742 - © Regione Liguria p.i. 00849050109 - redazione@giovaniliguria.it

note legali - credits - contatti - privacy policy - area riservata

Login or Register

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile,questo sito utilizza cookie tecnici e analitici. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la privacy policy. privacy policy.