PNSD: sviluppi e previsioni da attuare nel 2017

Il 2017, per quanto riguarda lo sviluppo delle azioni pianificate dal PNSD e il riordino delle attività che non hanno ancora avuto un riscontro effettivo, si porrà sulla scia di quanto intrapreso nel 2016.

Al centro dell'attenzione e basilare per il corretto sviluppo del Piano vi sono:

  • a formazione e il cambiamento culturale di docenti e dirigenti degli istituti 
  • il monitoraggio dell’efficacia e della qualità degli interventi

In questo ambito risulta centrale l’approvazione avvenuta a ottobre 2016 del Piano Nazionale per la Formazione degli insegnanti, che secondo gli scopi del MIUR dovrebbe avere, oltre a finalità di definizione di corsi formativi, la capacità di rispondere alle esigenze del personale scolastico riguardo a dubbi e problemi sull'attuazione del PNSD.

Rientra in tale settore anche una più efficace gestione territoriale delle risorse scolastiche attraverso la previsione di task force permanenti negli Uffici Scolastici Regionali (USR) finalizzate ad accompagnare gli istituti e reti di scuole nell'attuazione del piano di formazione e al coordinamento delle iniziative territoriali.

Per far si che lo sviluppo del PNSD avvenga nel miglior modo possibile e che il cambiamento abbia un riscontro effettivo, è auspicabile una stretta collaborazione tra USR e Regioni, in modo tale che la diffusione del digitale nelle scuole avvenga in maniera capillare, coordinata e attenta alle singole esigenze. 

Fondamentale, in questo senso, è il bilanciamento tra coordinamento centrale e autonomia locale progettuale e attuativa, agevolata da strumenti e processi digitali che mirino a semplificare le azioni specifiche in carico alle scuole e a migliorarne il sistema amministrativo. Queste azioni risultano ancora in via di sviluppo e sembrano essere proprio uno dei nodi fondamentali della questione Scuola Digitale, dove risulta fondamentale riorientare quegli interventi che nel 2016 non hanno ancora avuto un impatto significativo quali: 

  • l'avvio e il dispiegamento di tutte le azioni del PNSD, che proprio per il suo carattere e la sua strategia richiede l'attuazione organica degli interventi il completamento e l'attuazione delle azioni avviate nel 2016, come ad esempio quelle, molto innovative ma ancora sulla carta, degli atelier creativi
  • il completamento e l'attuazione delle azioni avviate nel 2016, come ad esempio quelle, molto innovative ma ancora sulla carta, degli atelier creativi
  • l'attuazione organica del modello contenuta nel Piano Nazionale della Formazione, con un livello intermedio di supporto e coordinamento sempre più visibile a livello territoriale, con gli Usr e le reti di scuole, per un accompagnamento non solo sul fronte della formazione e della didattica, ma anche su quello, molto importante, e che però oggi si muove a macchia di leopardo, della digitalizzazione amministrativa
  • l'intervento sull'autonomia e sui contratti, in grado di dar concreta attuazione a principi come quello della formazione obbligatoria, oggi obbligo senza penali e ancora senza strumenti definiti di attuazione, ma anche di rendere possibile una misurazione e una incentivazione del merito

 

Torna in alto

followgiovaniliguria

Regione Liguria - Piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova - tel. centralino +39 010 54851 - numero verde gratuito Urp 800 445 445 - fax +39 010 5488742 - © Regione Liguria p.i. 00849050109 - redazione@giovaniliguria.it

note legali - credits - contatti - privacy policy - area riservata

Login or Register

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile,questo sito utilizza cookie tecnici e analitici. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la privacy policy. privacy policy.