Alternanza scuola lavoro, siglato accordo con la Bosch Randstad

Siglato tra Regione Liguria e Bosh Spa un Protocollo d’Intesa volto a contrastare la dispersione scolastica e a favorire l’alternanza - scuola lavoro. L’accordo favorirà l’accoglienza di 50 studenti, delle scuole superiori di secondo grado, a stage etirocini formativi presso le aziende della Bosch presenti sul territorio ligure.

L’Assessorato regionale alla formazione, attraverso questo protocollo,  in accordo con la Direzione scolastica della Liguria, aderisce  al progetto Allenarsi per il futuro, già avviato da Bosh sul territorio nazionale.

"L’obiettivo di fondo di questo documento – ha spiegato Ilaria Cavo, assessore all’Istruzione e Formazione di Regione Liguria - è avvicinare sempre di più il mondo della formazione al mondo del lavoro. Con questa iniziativa ci rivolgiamo agli studenti delle scuole superiori di secondo grado, dove Bosh realizzerà il suo progetto ambizioso, di ampio respiro: oltre agli incontri di orientamento, in cui verranno coinvolti anche rappresentanti delle piccole e medie imprese liguri, una cinquantina di studenti avranno la possibilità di fare stages nelle realtà produttive liguri di Bosh. La speranza è che anche le altre aziende coinvolte negli incontri vengano sensibilizzate e decidano di offrire a loro volta opportunità di stage agli studenti. Stiamo anche lavorando – ha proseguito l’assessore Cavo – per far sì che Bosh prenda parte al progetto Fabbriche Aperte che, già avviato nel savonese, sarà esteso a tutta la Liguria. In questo modo gli studenti potranno visitare non solo le aziende del network Bosh sul nostro territorio ma anche la ‘casa madre’ a Milano".

Roberto Zecchino, Direttore delle Risorse Umane di Bosh Spa ha confermato "l’impegno a offrire un’opportunità di alternanza scuola lavoro per una cinquantina di studenti. Nei momenti di orientamento, insieme a Ranstad Italia, vogliamo restituire qualcosa al territorio trasmettendo ai più giovani i nostri valori attraverso la metafora dello sport: l’avversario da sconfiggere è la disoccupazione giovanile."

ll progetto si basa su due pilastri: l’orientamento con incontri nelle scuole medie e focus nelle scuole superiori e la testimonianza di grandi campioni che raccontano come, con un duro allenamento e tanta passione, si possano raggiungere anche i traguardi più ambiziosi.

Testimonial del progetto sono atleti di fama internazionale, dalla pallavolista Maurizia Cacciatori al calciatore Daniele Massaro, dal campione di box Patrizio Oliva al ciclista Claudio Cappucci, per citare qualche nome.

"Ai ragazzi che incontro cerco di trasmettere la mia esperienza – ha raccontato Margherita Grambassi, campionessa di scherma, tra i testimonial del progetto e oggi presente alla firma del protocollo -. Voglio far capire loro che bisogna sempre avere un obiettivo, un sogno da raggiugere: questo ti permette di superare i momenti di difficoltà e sconforto. Solo con un grande sogno si scopre la passione nel fare le cose e ci si mette davvero in gioco".

Benedetto Maffezzini, dirigente dell’Ufficio scolastico regionale della Liguria, ha ricordato che “da quest’anno l’alternanza scuola – lavoro è obbligatoria anche per le terze superiori e, entro due anni, lo sarà anche per le quarte e le quinte. Per questo in futuro ci sarà bisogno di migliaia di posti in Liguria per soddisfare le richieste. Ben venga, quindi, il protocollo di intesa firmato oggi da Bosh e da Regione Liguria. Si tratta di un progetto che condividiamo appieno".

Torna in alto

followgiovaniliguria

Regione Liguria - Piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova - tel. centralino +39 010 54851 - numero verde gratuito Urp 800 445 445 - fax +39 010 5488742 - © Regione Liguria p.i. 00849050109 - redazione@giovaniliguria.it

note legali - credits - contatti - privacy policy - area riservata

Login or Register

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile,questo sito utilizza cookie tecnici e analitici. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la privacy policy. privacy policy.