Fabbriche aperte 2016, un fiore all'occhiello

“Questo è un progetto bellissimo che funziona e che Regione Liguria ha voluto sostenere con forza tramite il Fondo Sociale Europeo. E’ un fiore all’occhiello di questa provincia che sarà esteso quanto prima in tutta la Liguria, per fare in modo che tutti gli studenti liguri possano entrare nelle aziende e toccare con mano le opportunità lavorative che il nostro territorio offre.
Questa esperienza fa accendere in loro una lampadina orientandoli in maniera consapevole verso scelte che altrimenti non avrebbero fatto: non è un caso che, al nono anno di questa iniziativa, aumentino le scelte degli studenti savonesi verso percorsi di studio più orientati alla formazione professionale e scientifica. Questo è ciò di cui questa provincia ha bisogno.
Oggi abbiamo premiato 25 ragazzi che hanno preparato gli elaborati migliori ma credo che, di fronte a questi risultati, hanno vinto tutti, perché hanno capito il senso dell’esperienza che avete vissuto”.
Lo ha affermato l’assessore regionale all’Istruzione e Formazione, Ilaria Cavo, durante la cerimonia conclusiva della nona edizione del progetto “Fabbriche Aperte 2016 – i giovani incontrano l’industria” promosso da Confindustria Savona, sostenuto da Regione Liguria attraverso il Fondo Sociale Europeo in partnership con la Camera di Commercio Riviere di Liguria.
Coinvolti quest’anno 900 ragazzi di 15 Istituti Comprensivi del savonese che hanno visitato le aziende del territorio con la possibilità di interagire con i diversi settori della produzione. Dai dati illustrati oggi emerge una sempre maggiore predisposizione, tra gli studenti delle scuole medie della provincia di Savona, verso percorsi formativi in linea con l’evoluzione del mondo del lavoro e le esigenze delle aziende: non solo medici, veterinari, biologi, ingegneri ma soprattutto meccanici, idraulici, elettricisti, tecnici di laboratorio sono le professioni tecniche e manuali indicate come possibili scelte future dal 57% dei ragazzi. L’82% dei ragazzi ha dichiarato di essere rimasto affascinato dalla visita alle aziende ritenuta molto interessante soprattutto per le tecnologie applicate ai laboratori. Al termine della visita il 67,65% degli intervistati ha dichiarato di considerare le aziende savonesi importanti per l’economia del territorio.
“Questa edizione di Fabbriche Aperte – ha aggiunto l’assessore Cavo - è stata sostenuta da Regione Liguria con risorse del Fondo Sociale Europeo ed è quindi estendibile in tutta la Liguria per offrire a tutti gli studenti la possibilità di toccare con mano le attività produttive e industriali del territorio. L’obiettivo fondamentale è fare in modo che formazione, orientamento siano sempre di più legati al mondo delle aziende: questo vale a tutti i livelli, che si tratti di formazione nelle scuole o superiori, per i 17enni, 18enni o per chi rimane senza lavoro dopo i 24 anni, e per noi costituisce il faro per indirizzare le nostre decisioni. La conferma della bontà di questo lavoro è arrivata anche lunedì scorso a Genova durante il primo importante Comitato di sorveglianza del Fondo Sociale Europeo che io stessa ho presieduto: il rappresentante della Commissione europea – ha concluso - ha apprezzato al di là di ogni più rosea aspettativa la nostra impostazione, esortandoci a proseguire il lavoro su questa strada”.

Torna in alto

followgiovaniliguria

Regione Liguria - Piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova - tel. centralino +39 010 54851 - numero verde gratuito Urp 800 445 445 - fax +39 010 5488742 - © Regione Liguria p.i. 00849050109 - redazione@giovaniliguria.it

note legali - credits - contatti - privacy policy - area riservata

Login or Register

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile,questo sito utilizza cookie tecnici e analitici. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la privacy policy. privacy policy.